Wanda Casaril


 

Giugno 2016

Enigma

Nasce in me un nuovo essere ogni ora.
Chi fui ho già scordato. Chi sarò
conserverà dell'esser che son ora
solo, di quel che so, il compimento

Josè Saramago

 

2006-2009-2016- Per la terza volta le gentili sorelle Rizzetto accolgono le mie opere nella loro galleria, è per loro desiderio che scrivo queste righe con le quali cercherò di raccontare il mio percorso nel campo dell'arte e di esprimere in brevi tracce il mio pensiero.

Ho frequentato la scuola d'arte a Venezia studiando pittura e arti grafiche dove ho avuto buoni Maestri, ho vissuto una giovinezza ricca di stimoli e aspettative, diciottenne ho subito il fascino dell'arte tessile e ho perfezionato i miei studi in questo campo trovando il modo di esprimere via via le mie potenzialità creative.

Mi sono sposata molto giovane con un compagno di studi , pittore, con cui ho condiviso progetti e passioni, tre figli e vari nipoti. Sono riconoscente alla vita per tutte le esperienze che mi ha offerto , alle innumerevoli persone incontrate per avermi arricchita nella conoscenza, ai miei allievi e i miei nipoti per i quali ho dovuto considerare il mutare dei tempi e il rapido evolversi del mondo costringendomi a prendere atto di quello spazio incerto e oscuro, detto contemporaneo, che sta, in ogni momento, tra il passato e il futuro.

Fin dagli anni novanta, interrogandomi sul destino dell'ambiente e conseguentemente sul nostro stesso destino in quanto abitanti della terra, colpita dalla cecità umana e dai comportamenti dissennati nei confronti della natura ho sentito la necessità di trattare questi temi nel mio lavoro producendo varie opere : "Amo la laguna" che parla dell'inquinamento delle acque lagunari a Venezia, i numerosi "Giardini" fatti a sottolineare la possibile armonia tra uomo e ambiente, "Amen" che propone il problema della cementificazione , e molte altre. Credo nel valore comunicativo dell'arte e spero di trasmettere con le mie opere i pensieri e le emozioni che le hanno generate.

 

Wanda Casaril, Maggio 2016

 

 

"lo studio e la sperimentazione delle strutture tessili, la loro duttilità, potenzialità e bellezza mi hanno consentito di dare corpo a pensieri e emozioni…

nei miei lavori la forma priva di supporto vive autonomamente estendendosi nello spazio con la peculiarietà materica, cromatica, tecnica ed espressiva"

Wanda Casaril


- note biografiche


Arkè - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea - San Marco 3211 - Venezia 30124 - tel-fax 0415224372 - cell 347.7158548 - email: [email protected] - facebook

Privacy Policy - Cookie Policyweb: Luca De Luigi